Bitcoin si ferma a 11.400 dollari come slancio di catena al 7° posto

Bitcoin continua a commerciare sopra gli 11.000 dollari per un terzo giorno di fila, mentre Chainlink, con il suo aumento del 5%, ha superato Polkadot per il 7° posto.

Dopo i leggeri ritracci di ieri all’interno del mercato delle criptovalute, la maggior parte delle monete ha nuovamente tracciato il grafico verde. Il Bitcoin è salito a circa 11.400 dollari, l’Ethereum si avvicina a 375 dollari, e un’ulteriore volatilità deriva dagli altcoin a bassa capitalizzazione.

Il Bitcoin si mantiene solido sopra i $11k

Come ha riferito CryptoPotato qualche giorno fa, Bitcoin ha superato gli 11.000 dollari dopo settimane di lotta al di sotto di quel livello. Da allora, la criptovaluta primaria non si è più guardata indietro e si trova al di sopra di essa.

Nelle ultime 24 ore, la BTC ha oscillato parecchio. L’asset ha raggiunto un massimo intraday di 11.440 dollari (su Binance) prima di perdere un po‘ di vapore e scendere a 11.280 dollari. Tuttavia, i tori non hanno permesso ulteriori ribassi e hanno spinto il prezzo di nuovo verso l’alto. Al momento di questa scrittura, BTC si aggira intorno agli 11.400 dollari.

Vale la pena notare che, nonostante gli ultimi aumenti di prezzo, la comunità appare ancora piuttosto pessimista riguardo al futuro a breve termine di BTC. La parola chiave „breve“ ha raggiunto un picco di due mesi, suggerendo che gli orsi si aspettano un crollo dei prezzi.

Se un calo dei prezzi dovesse effettivamente concretizzarsi, Bitcoin può contare su 11.200, 11.000 e 10.800 dollari come supporto. Se BTC dimostra che gli scettici si sbagliano di nuovo e si dirige verso l’alto, deve superare le linee di resistenza a 11.500, 11.800 e 12.000 dollari.

Chainlink prende il 7° posto, Altcoins segue BTC

L’Ethereum ha imitato le mosse di Bitcoin con forti fluttuazioni. Su una scala di 24 ore, però, ETH è saltato di circa l’1% e si aggira intorno ai 375 dollari.

Il gainer più impressionante tra i primi 10 è Chainlink. LINK è aumentato di oltre il 5% a circa 11 dollari. Come tale, LINK ha superato Polkadot (2,5%) per il 7° posto. Anche Binance Coin (3,2%), Cardano (1,5%) e Litecoin (2%) sono in verde.

Il gainer più impressionante delle ultime 24 ore è Ren. Dopo un aumento del 24%, REN si è avvicinato a 0,40 dollari. Su scala settimanale, l’asset è salito alle stelle del 45%. È interessante notare che Binance Futures ha annunciato il lancio del contratto perpetuo REN/USDT con l’apertura del trading domani, che potrebbe essere la ragione dietro l’ultimo aumento di prezzo.

Anche Numeraire (12%), Monero (11%), Cosmos (11%), Zcash (11%) e Band Protocol (10%) sono saltati a due cifre.

PumaPay (-7%), Storj (-5%) e The Midas Touch Gold (-5%) hanno perso il maggior valore da ieri.